AI-Loudener | Plugin per far suonare Mix e Master più forti con un click
AI-Loudener | Plugin per far suonare Mix e Master più forti con un click

AI-Loudener | Plugin per far suonare Mix e Master più forti con un click

Il plugin che ti presento oggi fa parte della categoria “vorrei averlo avuto prima”. AI-Loudener di Techivation è in grado di aumentare il loudness di una traccia senza aumentare il livello di picco.

Si, ti saranno capitati sotto mano tanti altri plugin che sulla carta promettono la stessa cosa. Quel che rende per certi versi unico AI-Loudener è però il modo in cui mantiene le promesse.

Senza indugi, vediamo subito nel dettaglio cosa fa e come.

LEGGI ANCHE:  NAMM Show 2019: 10 Novità Hardware e Software per l'Home Studio

Techivation | AI-Loudener

Techivation | AI-Loudener

Chi passa le giornate a fare mixing e mastering sa bene quanto sia complicato riuscire a rosicchiare quella manciata di dB per far suonare le tracce al volume più alto possibile senza fare danni.

Più si spinge su compressori, saturatori e limiter, più è probabile che compaiano distorsioni sgradevoli, che la dinamica inizi a “singhiozzare” e che tutto il brano suoni piatto.

AI-Loudener interviene proprio in queste situazioni. Quel che fa sostanzialmente è aumentare il volume percepito di una traccia (mix o master che sia) senza modificare i picchi del segnale. Ma attenzione, non è un limiter e non sacrifica i transienti più alti. Allo stesso tempo non è nemmeno un compressore upward o un semplice saturatore.

Allora come ci riesce? È in grado di farlo perché è basato su machine learning (un parte importante di quella che oggi ci stiamo abituando a chiamare intelligenza artificiale) e perché agisce su misura, in modo diverso in funzione della traccia sulla quale è applicato. L’unica cosa che resta da decidere è quanto farlo intervenire.

Piaccia o no, ormai la direzione verso cui stanno puntando tanti sviluppatori è questa. Facciamocene una ragione, perché a meno di sorprese inattese, prima o poi si adegueranno tutti o quasi. Già oggi il modo in cui si fa mixaggio e mastering è molto diverso rispetto a “solo” 10 anni fa. Non rovino la sorpresa a nessuno se dico che tra altri 10 anni il mondo della post produzione audio sarà completamente diverso da come lo conosciamo.

Ma non divaghiamo, torniamo a noi. Vediamo come funziona in pratica AI-Loudener.

Impara a Mixare le tue Tracce

Aumentare il Loudness con l’AI

AI sta ovviamente per artificial intelligence, ormai non c’è più bisogno di specificarlo. Quella che sta dietro ad AI-Loudener interviene su tre parametri principali: timbro generale, saturazione e apertura stereo.

Funziona così: si carica il plugin in insert, si riproduce la porzione di brano che ha il volume più alto e si preme il tasto Learn.

AI-Loudener analisi master

Dopo qualche secondo di analisi, il plugin si setta in automatico riconoscendo il materiale di partenza e modellandolo al fine di alzarne il livello percepito senza introdurre controindicazioni rilevanti.

Tutto quel che rimane da fare è scegliere, come dicevo, quanto farlo agire. Dopo l’analisi compare al centro un cursore con la sigla Drive. Trascinandolo in alto o in basso si sceglie la percentuale di intervento.

Ho fatto diverse prove su tracce di vario tipo e genere e, facendolo lavorare al 100%, ho riscontrato un incremento del loudness variabile tra 1 e 3 LUFS circa.

Anche se spinto al limite la sua azione risulta tutto sommato delicata. Per dire, un buon limiter permette di guadagnare enormemente di più. Ciò che cambia sono gli effetti indesiderati, che con il limiter tendono a saltar fuori appena si sgarra un attimo (distorsione, pumping, perdita di botta ecc.), mentre con AI-Loudener, da quel che ho potuto rilevare in prima persona, sono irrilevanti.

L’impressione che si ha è, per dirla in una parola, quella di un suono più “pieno”. Considerando poi che nulla ti vieta di mettere a seguire un limiter (anzi è scontato che lo faccia se stai facendo mastering), il loudness che puoi ottenere diventa decisamente alto.

Il plugin può lavorare anche in oversampling fino a 8x, così si evita il problema delle frequenze di aliasing, e si può anche disabilitare la funzione stereo widening se il mix su cui si lavora è già sufficientemente aperto.

Tutto considerato, non vedo perché non dargli una possibilità.

Prezzo e Specifiche

AI-Loudener è disponibile per Windows e macOS come plugin VST, AU e AAX.

È al momento in offerta lancio a 45$. Il prezzo di listino a cui si adeguerà al termine della promozione è di 90$.

Per maggiori informazioni, per l’acquisto o il download della trial gratuita visita il sito Techivation.

Scarica la mia Mixing e Mastering Checklist
Leggi gli altri articoli Software
SEGUI il MIO canale telegram

News selezionate su Plugins, VSTi, Hardware, Offerte e su tutto il mondo della Produzione Musicale e dell’Home Recording.