Scaper: Plugin che trasforma qualsiasi suono in un Soundscape Ambient | Recensione
Scaper - Plugin che trasforma qualsiasi suono in un Soundscape Ambient | Recensione

Scaper: Plugin che trasforma qualsiasi suono in un Soundscape Ambient | Recensione

Oggi voglio farti conoscere un plugin di una famiglia mai vista prima qua sul blog. Ti presento Scaper, l’ultimo arrivato nel catalogo Sampleson.

Scaper è un plugin in grado di trasformare qualsiasi suono in un soundscape ambient cinematic. Con qualsiasi suono intendo letteralmente qualsiasi suono.

Ho provato questo bel giocattolo e in questo articolo ti mostro (e ti faccio sentire) come funziona e cosa può tirar fuori.

LEGGI ANCHE:  Thrill: la Kontakt Library per Soundtrack e Sound Design di Galaxy Instruments e Native Instruments | Recensione

Sampleson | Scaper

Sampleson Scaper

Se l’espressione che ho usato poco fa non ti è familiare, traduco dicendo che con soundscape ambient cinematic mi riferisco a quei suoni tipici di film o videogame che contengono non necessariamente componenti armoniche “intonate”. Sono suoni che creano dei paesaggi sonori intorno ai personaggi su schermo, o definiscono l’ambiente mostrato a video.

Non so, pensa a quando il protagonista di un film o un videogame entra in una fabbrica abbandonata, o in un flashback ricorda un momento della sua infanzia, oppure ancora quando si vede una panoramica dall’alto di una foresta in una buia giornata invernale. Cosa si sente? Ecco, sto parlando di questo.

I suoni che rientrano nella categoria atmospheres caratterizzano il mood di una scena in modo importante, e ci sono vari modi di crearli.

Scaper nasce proprio con questo compito. Genera paesaggi sonori a partire da campioni audio di qualsiasi tipo. Ora ti mostro come funziona nello specifico.

Come funziona Scaper

L’interfaccia del plugin è quella che puoi vedere dall’immagine qua sopra. La metà superiore a vista è puramente ornamentale, i parametri su cui agire sono nella metà inferiore.

Di base il funzionamento di Scaper consiste nel prendere un file audio (ripeto, di qualsiasi tipo) e stretcharlo e modularlo nel tempo.

Sono presenti 3 generatori, ognuno dei quali dilata temporalmente il file in modo diverso. A ogni copia del segnale può essere anche modificato il pitch in un intervallo di due ottave, una sopra e una sotto.

A queste sorgenti se ne aggiunge una quarta, che introduce delle particles, così almeno vengono chiamate da Sampleson. Nel concreto il file che si usa per la generazione del soundscape viene spezzettato, e questi pezzetti vengono riproposti in modo casuale.

I segnali di questi 4 generatori sonori sono quindi sommati e a questo punto passano attraverso una catena di effetti composta da un LPF, un eq basico, un riverbero e uno stereo enhancer (che può diventare anche un monomaker). A questi controlli aggiuntivi si accede cliccando su un tasto apposito che consente di mostrali al posto della metà superiore che hai visto prima.

Sampleson Scaper Opzioni Edit

Il risultato sono dei soundscapes che, automatizzando sulla DAW i vari parametri del plugin, possono durare anche per ore.

È un po’ come avere una sorta di PaulStretch semplificato e un granular fx tutti nello stesso plugin.

Scaper: in Prova

È affascinante sentire come da un brano completo, da uno strumento che suona una frase o da un qualsiasi suono campionato, Scaper riesca a tirar fuori un nuovo suono che dura potenzialmente all’infinito.

Basta un campione audio anche di pochi secondi, e con qualche automazione il suono modula nel tempo.

Ho registrato alcune delle prove che ho fatto, te le riporto qua sotto. Senti prima il file audio originale, poi come il plugin lo trasforma. A seguire puoi sentire anche alcuni dei preset già onboard.

Ti anticipo comunque che Scaper mantiene le promesse, il risultato è sicuramente apprezzabile. A mio gusto avrei preferito più personalizzazione, perché non intervenendo in modo dinamico sui parametri si rischia di avere sonorità molto simili anche partendo da campioni molto diversi.

In ogni caso, questo è quel che sono risuscito a tirar fuori (tutto quel che senti è frutto di Scaper, non sono stati aggiunti altri effetti esterni):

Sample 1
Sample 1 su Scaper
Sample 2
Sample 2 su Scaper
Scaper Preset Bad Voices
Scaper Preset Major
Scaper Preset Organ

Come hai potuto sentire la trasformazione è notevole. Considerando anche che per ottenere questi risultati è potenzialmente sufficiente anche solo scegliere il file audio da trattare, senza fare nulla di più, il risultato non è niente male. (ah mi sono scordato di dirtelo, per far partire la generazione sonora si preme il pulsante GENERATE o si traccia un Do4 sul canale instrument su cui è caricato)

Oltre all’applicazione principale, lo vedo bene anche come tool per la creazione veloce di sample pack ambient. In questo contesto basterebbe anche un solo campione di partenza per ottenere decine di samples diversi.

Prezzo e Specifiche

Scaper è disponibile per Windows e macOS come plugin VST e AU, e anche come app stand-alone.

Il prezzo di vendita è attualmente di soli 29$, che diventeranno 49$ al termine del periodo promozionale di lancio.

Per maggiori informazioni o l’acquisto visita il sito Sampleson.

Leggi gli altri articoli Virtual Instruments
RICEVI CONTENUTI EXTRA!
Acconsento all'invio di newsletter informative e comunicazioni commerciali da parte di claudiomeloni.it
Iscrivendoti confermi inoltre di accettare l'informativa sulla privacy
Iscriviti alla newsletter per ricevere i contenuti riservati e per stare aggiornato su tutte le novità del blog!
Tranquillo, niente spam! Riceverai solo una mail al mese o poco più.
SEGUI il MIO canale telegram

News selezionate su Plugins, VSTi, Hardware, Offerte e su tutto il mondo della Produzione Musicale e dell’Home Recording.